17 marzo 2017


Un dolce siciliano rivisitato: cannolo di sfoglia con zucca candita

Goloso dessert che riprende il più famoso dolce siciliano

Questa settimana siamo in Sicilia

Cannolo di sfoglia con zucca candita

Sapevi che il cannolo siciliano è nato come dolce di Carnevale? Già, in passato si mangiava una sola volta all’anno. Difficile adesso immaginare di starne senza da gennaio a dicembre! Il cannolo è un dolce strepitoso, forse il più famoso della sua terra. Il matrimonio tra questo dessert sublime e la sua regione è più che consolidato: impossibile andar via dalla Sicilia senza aver mangiato almeno un cannolo!

Il punto di forza del cannolo siciliano è il gusto del suo ripieno. In Sicilia se ne mangiano di tutti i tipi: ripieni al pistacchio, alla crema, al cioccolato. Tutti buonissimi, ma il mio preferito resta quello classico, con ricotta e frutta candita.

Prova adesso ad immaginare questo fantastico ripieno catapultato in un’altra realtà. Io l’ho fatto! Ho eliminato la classica crosta del cannolo e l’ho sostituita con.. un guizzo di fantasia. Il risultato? Un cannolo vestito di pasta sfoglia, accompagnato da un tocco di zucca candita! Una ricetta siciliana deliziosa, da preparare assolutamente. Qui scopri tutti i passaggi.

Attenzione: quando prepari un dolce siciliano con la ricotta è doveroso avere grande cura per la lavorazione con lo zucchero. Scopri con me quali sono i trucchi per lavorare la ricotta e lo zucchero:

– utilizza ricotta freschissima e di ottima qualità

– controlla la consistenza della ricotta: se è troppo umida lasciala sgocciolare per qualche ora per eliminare il liquido in eccesso

– utilizza zucchero a velo non semolato e non vanigliato

– mescola bene la ricotta con lo zucchero e lascia riposare il composto per almeno un’ora

– ricorda di setacciare la ricotta prima di utilizzarla

Hai visto? Pochi, piccoli segreti e potrai trasformarti in uno chef siciliano doc!!

A presto,

Antonella

 ——

Scopri il punto vendita MD più vicino a te dove acquistare gli ingredienti ideali per i tuoi cannoli! Clicca sull’immagine qui sotto:



10 risposte a “Un dolce siciliano rivisitato: cannolo di sfoglia con zucca candita”

  1. Rosalba ha detto:

    Lo devo provare, dall’aspetto è da sbranare con gli occhi

    • Antonella ha detto:

      Ciao Rosalba, sono contenta che la mia rivisitazione ti sia piaciuta! E’ un dolce magico e nella sfoglia diventa ancora più morbido: come si fa a dire di no?
      Continua a leggere il mio blog 🙂
      Un caro saluto,

      Antonella

  2. Marco ha detto:

    …il cannolo siciliano è buonissimo …e con questa variante sicuramente da provare.!
    …Salutoni Antonella

    • Antonella ha detto:

      Ciao Marco,
      in qualsiasi modo il cannolo rimane una delle cose più buone e golose che ci siano! Con questa variante ho voluto fare un esperimento: provala e dimmi che ne pensi!

      Un caro saluto

  3. SALVATORE LEONE ha detto:

    Ciao Antonella il cannolo e unico lo provato da tutte le parti pero no ce niente da fare ,ricordiamoci che il cannolo siciliano a la ricotta di pecora . un saluto grande

    • Antonella ha detto:

      Ciao Salvatore,
      è proprio così: il cannolo è unico e inimitabile! E hai pure ragione sulla ricotta di pecora: in alternativa si può usare quella più comune di latte vaccino o di capra.

      Un caro saluto

  4. Patrizia ha detto:

    Cannolo siciliano solo con ricotta di pecora ……e intendo vera ricotta di pecora

    • Antonella ha detto:

      Ciao Patrizia,
      lo sappiamo bene: la ricotta di pecora è un vero must nella ricetta originale! Ma nelle rivisitazioni tutto è concesso 😉

      Un caro saluto
      Antonella

  5. Lucia ha detto:

    I cannoli siciliani sono dolci fritti tradizionali che venivano consumati originariamente nel periodo di Carnevale ma che hanno avuto cos tanto successo da essere diventati il dolce siciliano pi diffuso e apprezzato e vengono gustati tutto l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti è piaciuto questo articolo? Dai un'occhiata qui...