Top





Cari amici di Casa MD, siamo già a metà novembre e con l’arrivo dell’autunno abbiamo sempre più voglia di preparare piatti che scaldino sia la tavola che l’umore. Anche per voi è così? Per me cucinare non significa solamente divertirmi, far felici i miei cari e assaporare ogni giorno i miei piatti preferiti, ma anche conoscere e apprezzare prodotti nuovi, soprattutto provenienti dalla nostra straordinaria Italia. Ogni provincia italiana nasconde un patrimonio gastronomico incredibile, che tutti dovremmo valorizzare e mettere in tavola. Non occorre spendere cifre folli per gustare le prelibatezze del Bel Paese a casa propria. Conoscete ad esempio la linea “Lettere dall’Italia” MD?  Il meglio della gastronomia italiana con prodotti DOP e IGP certificati con la convenienza della Buona Spesa MD. E proprio una delle eccellenze “Lettere dall’Italia” è stata protagonista della scorsa sfida gastronomica “Adesso cucina tu!”, per la quale ho chiesto al popolo dei social di cucinare un piatto con la toma piemontese oppure con l’asiago “Lettere dall’Italia”.

Avete risposto in tantissimi al mio appello e la ricetta vincitrice è stata scelta proprio sui social. Si tratta del “Frico non frico” di Pina, un piatto realizzato con la toma piemontese DOP “Lettere dall’Italia.

La ricetta del frico di Pina è semplicissima e davvero saporita! Ma che cos’è il frico? La ricetta del frico tradizionale nasce in Friuli e più precisamente nella zona della Carnia, in provincia di Udine.  Si tratta di un piatto unico a base di formaggio stagionato, cipolle e patate, una specialità molto antica che i contadini erano soliti mangiare durante le giornate di lavoro, perché molto sostanziosa ed energetica.  Per il frico si utilizzavano gli avanzi di formaggi a disposizione, mentre la nostra Pina ha optato per la toma piemontese DOP, creando un piatto “fusion” strepitoso. Provatelo e fatemi sapere cosa ne pensate!


Ecco qui tutti i passaggi per preparare il la ricetta del frico non frico di Pina.  

La ricetta del frico non frico – Adesso cucina tu!

Un piatto perfetto per scaldare il novembre

TIPOLOGIA:
Primo
TEMPO:
30 minuti
DIFFICOLTÀ:
facile
PORZIONI:
2

TIPOLOGIA:
Primo
TEMPO:
30 minuti
DIFFICOLTÀ:
facile
PORZIONI:
2

Ingredienti

patate medie silane
4
cipolla rossa di Tropea
1
toma Piemontese "Lettere dall’Italia"
300 gr
parmigiano reggiano
circa 30 gr
olio evo
q.b.
sale e pepe
q.b.

Preparazione

Lavate e pelate le patate che verranno poi grattugiate. A parte tagliate le cipolle e fatele stufare lentamente. In una padella a parte, con un filo d’olio, mettete le patate precedentemente grattugiate e portatele a cottura. Se necessario aggiungete un po’ di acqua e quando le patate saranno quasi cotte salate e pepate a piacere. Prendete ora la Toma Piemontese e grattugiatela in una ciotola abbastanza capiente. Quando sia le cipolle che le patate saranno pronte, unitele al formaggio e mescolate per bene aggiungendo una manciata di parmigiano. Dividete quindi il composto in due terrine (anche in una più grande va bene), compattate per bene il tutto e mettete in forno fino a quando il formaggio non sarà sciolto e si formerà una crosticina dorata sulla superficie. Servite e mangiate caldo.

Non perdetevi la prossima sfida social “Adesso cucina tu!”. Pubblicherò il nuovo tema sia sul volantino MD sia sui profili ufficiali Facebook e Instagram di MD SpA.

Alla prossima!

Antonella

Li trovi nei punti vendita MD!
https://www.mdspa.it/punti-vendita
vedi anche