Top





Buon anno nuovo, amici!

Spero che voi tutti abbiate passato il Natale in compagnia e che vi siate riposati con familiari e amici. Sono sicura che negli scorsi giorni avete ricevuto in dono tantissimi panettoni e pandori: quante volte a Natale ci accorgiamo di avere ancora un pandoro dell’anno passato nascosto nella dispensa? Ogni volta che mi succede mi sento un po’ in colpa, per questo motivo ho ribattezzato la prima ricetta del 2020 “Zero sprechi dopo le Feste”.

Come riciclare un pandoro avanzato in modo creativo? Semplice: basta trasformarlo in uno squisito dolce al cucchiaio. Per farlo ho realizzato un’ottima crema pasticciera aromatizzata al caffè, creando un dolce a strati semplicissimo e di grande effetto.

Alla fine ho guarnito ciascuna porzione con la granella di nocciole. Un segreto per rendere il mio dolce di pandoro al caffè ancora più buono? Tostare la granella di nocciole per qualche minuto su una padella antiaderente, in modo tale da far sprigionare tutto il loro aroma.

Dolce di pandoro al caffè

Un dolce al cucchiaio anti spreco

TIPOLOGIA:
Dolci
TEMPO:
30 minuti
DIFFICOLTÀ:
Facile
PORZIONI:
4 porzioni

TIPOLOGIA:
Dolci
TEMPO:
30 minuti
DIFFICOLTÀ:
Facile
PORZIONI:
4 porzioni

Ingredienti

pandoro classico
1
panna montata
100 g
crema pasticcera
500 g
uovo intero
1
caffè solubile
50 g
zucchero semolato
60 g
granella di nocciole
100 g

Preparazione

Ricavare dal pandoro fette da 4 cm per lato circa.

Con l’aiuto di un pennello inumidirle con l’uovo sbattuto e cospargerle di zucchero. Infornare per 6 minuti a 180 gradi.

Incorporare la panna alla crema pasticcera, girando dal basso verso l’alto.

Aggiungere il caffè solubile e lasciar raffreddare in frigorifero per 10 minuti.

Sfornare le fette di pandoro e lasciarle raffreddare.

Formare degli strati alternando alle fette di pandoro la crema al caffè e la granella di nocciole, sino ad esaurimento degli ingredienti.

vedi anche